Trans Torino:  Efe Bal si batte per i suoi diritti

Trans Torino: Efe Bal si batte per i suoi diritti

Trans Torino: Efe Bal, la famosa trans porta avanti la sua battaglia per rendere legale l’attività di accompagnatrice. La sua lotta è iniziata quando il redditometro del governo Monti l’ha colta in fallo, e lei, invece, che subire la sua condanna ha deciso di ribellarsi. Il controsenso è palese: lo Stato la considera un evasore fiscale, senza però darle la possibilità di pagare le tasse!

La trans è decisa a sostenere la sua posizione e chiede una risposta al governo perché legalizzi la prostituzione. È ipocrita negare l’esistenza della prostituzione, è un fenomeno che esiste da quando è nato il mondo. È arrivato il momento, sostiene Efe, di riconoscere a accompagnatrici e trans i diritti e i doveri relativi al loro mestiere.

Trans Torino

Efe sta investendo molti soldi ed energie per la sua campagna, acquista pagine sui giornali, compare negli show televisivi e cerca di trasmettere in ogni modo il suo messaggio. Se ne inventa di ogni, l’ultima trovata è stata uno spogliarello davanti alla sede del Corriere della Sera. Molti i curiosi che si sono fermati a guardarla, c’erano anche due agenti impotenti che non sapevano bene cosa fare!

Il governo Renzi darà ascolto ad Efe che non ha alcuna intenzione di arrendersi e vuole pagare le tasse? È un diritto e dovere che viene negato a tutta la comunità di trans e escort che come lei fanno questo lavoro. Non è forse ora di cambiare le cose? O come sempre dobbiamo essere gli ultimi a mettersi al passo coi tempi?

Vedremo come andrà a finire, nella speranza che qualcosa cambi in meglio.

Racconto Pubblicato da Tania

<p style=”text-align: justify;”><span style=”font-size: small;”>Le immagini utilizzate in questo blog sono state prese da internet e per questo considerate di pubblico dominio. Se ritieni che una di queste immagini non è stata utilizzata correttamente scrivi alla redazione e provvederemo subito a rimuoverla.</span></p>

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *