Elezioni: l’elenco delle pornostar entrate in politica in Italia

Elezioni: l’elenco delle pornostar entrate in politica in Italia

Che la politica fosse un mondo fatto di compromessi, di finzioni e di ambigue messe in scena, si è sempre saputo. Ma che potesse sconfinare nel mondo del porno, è un evento abbastanza recente.

La prima volta in cui le dive dei cinema a luci rosse decidono di scalare la vetta del potere avviene nel 1992, quando Ilona Staller, la già celebre Cicciolina, pornostar di origine ungherese naturalizzata italiana, viene candidata insieme alla collega Moana Pozzi nel Partito dell’Amore, fondato dal regista e produttore Riccardo Schicchi. In realtà, le due dive hot non ricevono molti consensi, tuttavia la loro candidatura segna una sorta di punto di incontro tra la pornografia e la politica.

partito-dell-amore-moana-cicciolina

Inoltre, occorre considerare che, nel momento in cui Ilona Staller abbandona il Partito dell’Amore, questo viene rifondato da Moana Pozzi con un nuovo simbolo, un taglio decisamente politico, orientato verso la lotta alla criminalità e alla corruzione, e l’abbandono dei toni scandalistici con i quali era stato fondato. Pur non arrivando fino al ballottaggio, il nuovo partito guidato dalla pornostar, scomparsa pochi anni dopo ancora molto giovane, riesce ad ottenere a Roma un eccellente riscontro, a conferma che una star del sesso non manca di brillantezza politica.

Del resto, Cicciolina stessa aveva già avuto esperienze con il Partito Radicale e, anche successivamente al Partito dell’Amore, mantiene un certo attivismo politico, impegnandosi contro la violenza e la censura, promuovendo l’educazione sessuale per i giovani e sostenendo la libertà sessuale dei carcerati, l’uso legale di alcune droghe e la prevenzione dell’Aids.

In seguito, l’attrice tenta altre volte il successo in politica, prima a Monza e poi a Roma, senza tuttavia raggiungere risultati considerevoli.

Cicciolina-pornostar-politica

Dopo Ilona Staller, un’altra pornostar che tenta più volte l’ingresso in politica è Milly D’Abbraccio (nella foto sotto insieme al grande Riccardo Schicchi), candidata più volte nelle liste dell’ex Partito Socialista. Più o meno alla stessa epoca risale la performance politico / erotica della show girl Sara Tommasi, che si spoglia davanti a uno sportello bancomat in segno di protesta contro le banche, che “spogliano” letteralmente i risparmiatori.

milli-dabbraccio-schicchi

sara-tommasi-Le 20 Pornostar Italiane più Famose

Nel 2012, la città di Taranto durante le primarie si è trasformata in un vero festival a luci rosse, con la presenza di addirittura due attrici porno in lista: Amanda Fox e Luana Borgia, entrambe aspiranti al posto di sindaco. Con un risultato vincente per Amanda, e poche centinaia di voti raccolti in totale tra tutte due.

Amandha-Fox

luana-borgia

Un’altra scoperta di Rocco Siffredi, Filomena Mastroianni, nota con il nome d’arte di Malena la Pugliese (Sotto con Rocco Siffredi), prima di esordire, e riscuotere un certo successo, nel mondo del porno e all’Isola dei Famosi, è stata un’importante esponente del Partito Democratico: addirittura eletta nell’assemblea nazionale durante le primarie del 2013.

Rocco-Siffredi-e-Malena

valentina-nappi

Anche l’attrice a luci rosse Valentina Nappi (Sopra), nativa di Scafati, anch’essa scoperta e avviata alla professione da Rocco Siffredi, è abbastanza nota per le sue provocazioni nel contesto politico, soprattutto nel dichiararsi un’accanita sostenitrice della solidarietà con i migranti, mostrando chiaramente fino a dove può arrivare il suo concetto di solidarietà.

In realtà, l’idea di spogliarsi per amore della politica non è una prerogativa delle pornostar: è abbastanza recente lo show della giornalista Paola Bacchiddu, che si è presentata pubblicamente in bikini per promuovere la lista di Tsipras in Italia.

politica rutelli

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *