Belgio: scandalo filmato porno al Ministero dell’Interno

Belgio: scandalo filmato porno al Ministero dell’Interno

C’è aria di scandalo per sextape in Belgio. Una donna facente parte del personale del Ministero dell’Interno è stata sospesa dopo che è stato segnalato un filmato porno online che la ritrae fare sesso negli uffici del Ministro dell’Interno e nell’edificio ministeriale.
porno

La donna, che lavora nell’edificio da più di sei anni, si è difesa dicendo che si tratta di materiale privato e personale, che non ha assolutamente nulla a che fare col suo lavoro. La denuncia è stata fatta per scopi di vendetta. Ma le foto degli screenshot del filmato che stanno girando su Twitter mostrano la donna chiaramente impegnata negli uffici ministeriali di Boulevard de Waterloo, proprio nel centro di Bruxelles. E questo ha fatto non poco scandalo negli ambienti politici in Belgio.

Del filmato porno si sarebbero accorti alcuni colleghi della dipendente del governo belga. Una serie di fotografie della donna nuda ed alcuni fotogrammi di filmato. La storia nasconderebbe in realtà qualcosa di più. Sembra che la donna sia stata riconosciuti in alcuni annunci sulla Tv francese in qualità di escort (fonte Het Laatste Nieuws). Ma adesso a parlare saranno gli avvocati delle rispettive parti.

Infine, per la rubrica degli ‘incidenti hot’ della settimana è d’obbligo citare il caso del famoso wrestler americano Razor Ramon, che ha postato su Istagram una foto quantomeno imbarazzante. Si tratta di una foto di Auguri di Natale, dove si vede l’albero appena fatto, ma sulla destra appare un televisore dove viene proiettato un video porno. Una grandissima epic fail, che ha attirato su Scott Hall – questo il vero nome del wrestler, numerose critiche.

Così Razor Ramon, conosciuto soprattutto nel corso degli anni ’90, ha fatto una bella figuretta. Non stava guardando un tranquillo filmetto di Natale. I suoi auguri sono apparsi perlopiù fuoriluogo, anche se l’avesse fatto apposta.

porno

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *