Michelle Ferrari: la bionda pornostar tanto amata dagli italiani

Michelle Ferrari: la bionda pornostar tanto amata dagli italiani

Pornostar italiane: tra le bionde, lei spicca! Stiamo parlando della bellissima Michelle Ferrari. Alcuni la definiscono la nuova Moana del cinema italiano, lei colleziona successi tra calendari Sexy e You Porn.

Di Michelle Ferrari ce n’è una sola!

Nata a La Spezia nel 1983, vero nome Cristina Ricci, Michelle è figlia dell’attrice Alba Latella. Dopo il diploma in economia aziendale, si è dedicata alla carriera di porno attrice e a quella di scrittrice. Lei ha dichiarato di aver iniziato per scherzo, con il suo ex-ragazzo. Dopo un’esperienza nei club privè, hanno provato a girare un film amatoriale per rivedersi e da qui è cominciato tutto.

I primi tempi erano un gioco, ma poi Michelle a capito che poteva tirarci fuori un lavoro. Così ha trasformato la sua passione in una carriera di successo! La pornostar ha più volte detto che per lei comunque resta un divertimento in primo luogo ed è convinta della sua scelta. Come scritto da Cronaca Vera “vive il porno come una liberazione terapeutica ed espressione della propria identità”.

Michelle è sicuramente una businesswoman, oltre a girare film porno, si esibisce nei locali e gestisce un agriturismo vicino a La Spezia assieme alla mamma e alla sorella. Una vita impegnata!

Michelle inarrestabile!

È apparsa più volte in televisione in programmi come Il Bivio, le Iene, Lucignolo e il Maurizio Costanzo Show. Ha anche pubblicato la sua autobiografia edita da Mondadori, intitolata “Volevo essere Moana” e cura assieme alla madre il blog Alba&Michelle. Da poco è uscito il suo calendario sexy, una nuova esperienza per lei!

E a te piace Michelle Ferrari? Hai già visto il suo calendario sexy? Lasciaci un commento! Se, invece, sei in cerca di divertimento a Torino, scarica subito la nostra guida Erotica gratuita e scopri un lato nuovo e frizzante del capoluogo piemontese!

Le immagini utilizzate in questo blog sono state prese da internet e per questo considerate di pubblico dominio, se ritieni che una di queste immagini non è stata utilizzata correttamente scrivi alla redazione e provvederemo subito a rimuoverla.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *