Mondo fetish: la classifica delle ultime tendenze nei Pornhub Insights, tra pornostar e amatoriale

Mondo fetish: la classifica delle ultime tendenze nei Pornhub Insights, tra pornostar e amatoriale

Abbiamo già avuto modo di parlare su queste pagine di Pornhub Insights, il reparto dedicato all’analisi delle tendenze e dei dati del pubblico dei fedelissimi di Pornhub. Il portale di porno tube è stato il primo a cominciare a fornire dati aggregati con analisi e commento riguardo al mondo dell’erotismo, riuscendo così a far breccia a livello di opinione pubblica anche al di fuori del settore dell’adult in senso stretto.

Oggi vogliamo tornare a parlarvi delle ultime indagini di Pornhub Insights, che ha riguardato il mondo del fetish. Il feticismo ormai non è più da considerarsi strettamente un genere di nicchia quanto piuttosto una galassia in espansione, o meglio, una costellazione composta da un pubblico sempre più vasto, attirato dal culto dell’oggetto, del feticcio. Negli anni abbiamo così imparato a conoscere gli amanti del foot fetish, quelli del peeing e della golden shower, così come i voyeuristi e i praticanti del chuckold.

La tendenza del fetish 2018 scarpe da ginnastica

Alla scoperta dei nuovi feticismi: tra adoratori del grasso e gente che si tira le mutandine

Negli ultimi anni a questi feticismi ormai sdoganati si sono aggiunte nuove categorie, nate in giro per il prontamente arrivate anche in Europa, in Italia. Che dire ad esempio del gaining o feederism (“nutrire gli altri”), quel fenomeno secondo cui si gode a vedere il proprio partner che ingrassa, nutrendolo e imboccandolo personalmente? Si tratta di una classe di feticismi che fa parte della famiglia del fat fetish.

Oppure, potremmo stare per delle ore a parlare di wedgies, quel fenomeno molto nerd in cui si tirano, si strappano le mutandine alle ragazze vestite. Si tratta di una comunità fetish underground composta da persone che interpretano una sorta di gioco di ruolo. Il birichino di turno tirando le mutandine provoca una sorta di dolore e imbarazzo, le mutande sollevate scavano proprio tra le chiappe mettendo in evidenza tutto il culo.

Ma non finisce qui. Abbiamo già parlato ad esempio del furry fetish (adoratori di persone vestite da animali), ma potremmo anche introdurre la spectrophilia o coloro che si vestono da clown per fare sesso.

Moda, abbigliamento e abitudini sessuali: la pornografia fetish ai tempi della statistica in tempo reale

Oggi però vogliamo appunto dare la parola ad una delle voci più autorevoli in materia, Pornhub. L’ultima indagine sui nuovi feticci sessuali pubblicata a giugno 2018 mette in evidenza i legami tra le abitudini nell’abbigliamento e nella moda e la sessualità.

Ecco la classifica degli indumenti più cercati su Pornhub:

  1. Mutandine (panties)
  2. Leggins per Yoga (yoga pants)
  3. Lingerie
  4. Bikini
  5. Vestiti (dresses)
  6. Tacchi a spillo (heels)
  7. Calzini (socks)
  8. Jeans
  9. Perizoma (thongs)
  10. Costumi da bagno interi (swimsuits)
  11. Calzoni (pants)
  12. Reggiseni (bras)
  13. Stivali (boots)
  14. Pantaloncini (shorts)
  15. Giacche (suits)
  16. Magliette (shirts)
  17. Guanti (gloves)
  18. Cintole (belts)
  19. Sneakers
  20. Slip da uomo (speedo)

Questa la classifica per quanto riguarda le keyword più cercate relative alla tipologia di indumento. Se però aggiungiamo anche la classifica dei brand di abbigliamento più cercati su Pornhub, possiamo notare anche un dato interessante.

Sneakers e shoes feticism: la rivincita delle scarpe sportive

Le ricerche fetish sui siti porno

Le sneakers, le classiche scarpe da ginnastica occupano prepotentemente quasi la metà delle ricerche rispetto ai brand più famosi su Pornhub. Marchi come “Converse” (gli inventori della scarpetta in gomma e tela che ancora oggi vanta posizioni di dominanza sul mercato), “Nike”, “Adidas” e “Vans” sono tutti ricercati da utenti che amano lo shoe fetish, il feticismo delle scarpe.

Le ricerche riguardo alle sneakers sono abbastanza equilibrate e livello di genere: il 55% sono uomini, contro il 45% delle donne. In particolare sono i frequentatori visitatori di Pornhub Gay ad adorare le sneakers, hanno infatti il 1124% di probabilità in più di immettere nella search box keyword legate a scarpe da ginnastica rispetto ai visitatori non gay.
In genere sono i giovani, di età compresa fra i 35 e i 44, ad essere appassionati del feticismo della scarpa sportiva, ma questo interesse ‘gommoso‘ e ‘odoroso‘ si spinge fino ai 55 anni di età.

Ma in cosa consiste esattamente il feticismo delle sneaker?

In cosa consiste il feticismo delle scarpe sneaker

Rispetto ai termini correlati, si cercano parole come “adorazione delle sneaker“, “converse sneakers” e “sneaker sex“, seguite da “sneaker lick“, “smell sneakers” e “sneaker ballbusting“. Questo profilo di keyword delinea una serie di interessi evidenti: c’è chi odora le scarpe da ginnastica appena tolte dal piede, per il loro profumo, chi le lecca, chi le usa per fare sesso o ‘ballbusting‘, un trattamento che coinvolge lo sfregamento dei testicoli per provare piacere.
Per quanto riguarda il pubblico gay le ricerche si concentrano sui termini “sneakers bareback”, “sneaker slave”, “sneaker twinks”, “sneaker master”.

Feticismo delle sneaker: Milano e Roma nella classifica delle città più maialone

Pornostar a pecorina con le sneaker

Un dato molto interessante riguarda la collocazione geografica del pubblico degli amanti dello sneaker fetish. Guardando alla mappa delle città più feticiste della scarpa sportiva troviamo le maggiori capitali europee. Guida la classifica Varsavia, seguita da Berlino, Milano, Praga e Parigi. Con il capoluogo lombardo al terzo posto e Roma al settimo, l’Italia ben figura nella lista delle città dello shoe fetish. Venti delle prime trenta città in classifica stanno in Europa. La prima città extraeuropea è San Paolo, la capitale del Brasile, all’undicesimo posto, seguita da Montreal – Canada, al sedicesimo e Adelaide – Australia, al ventiquattresimo.

 

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *