RedTube offre una settimana di porno gratis a chi risparmia acqua!

RedTube offre una settimana di porno gratis a chi risparmia acqua!

Se parliamo di strategie di marketing nel mondo dei portali gratuiti e a pagamento dedicati ai video porno, c’è solo un protagonista, e si chiama Pornhub. I tipi di Pornhub infatti sin dalla nascita del sito hanno tirato fuori dati statistici, notizie riguardanti le tendenze, comunicati stampa relativi a nuovi servizi o all’apertura di punti di vendita fisici. Tutto ciò ha contribuito a far uscire il nome di Pornhub dalla palude in cui in rete è relegata la pornografia. In altre parole, grazie a queste ‘notizie non-notizie’ si è cominciato a parlare di Pornhub un po’ ovunque, facendo pubblicità gratuita al portale ad alto contenuto erotico.

Ma non poteva essere Pornhub l’unico a mettere in atto strategie di questo tipo. Così’ c’è anche un altro nome molto conosciuto nel settore dei videop porno, RedTube, che ha lanciato una campagna in onore del World Earth Day, la Giornata della Terra, che si tiene domenica 22 aprile 2018.

Per sensibilizzare il suo pubblico internazionale rispetto al valore dell’acqua, al suo risparmio, RedTube ha messo in palio una settimana di porno gratis. Per avervi accesso devi prima risparmiare acqua. Sì, perché al mondo sono oltre 2 miliardi le persone non hanno accesso all’acqua potabile, e un altro miliardo porebbe cadere nella stessa situazione – non avere acqua pulita, già entro il 2050 a causa di inquinamento e inondazioni.

RedTube spera così di incoraggiare le persone a risparmiare acqua e lo fa con il contest “Save Water Challenge“. Si tratta di un’app scaricabile attraverso Google Play – e presto su iOS – che registra il tuo consumo idrico, tra docce, lavate di piatti e di denti. Considerando che basta stare cinque minuti in meno sotto la doccia per risparmiare circa 100 litri di acqua pulita e potabile, non dovrebbe essere difficile!

In palio c’è una settimana di abbonamento Premium ai migliori video di Redtube!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *