Riconoscimento facciale: domani tutte le pornostar saranno schedate

Riconoscimento facciale: domani tutte le pornostar saranno schedate

Non sono soltanto i maschi adulti a guardare ore e ore di filmati pornografici in rete ogni anno. Da qualche tempo ci si sono messi anche i computer, o meglio i bot, gli spider, i crawler, quegli script che vengono lanciati e si vanno a scansionare centinaia di migliaia di siti internet, e naturalmente i loro contenuti.

Pornstar.ID: riconoscimento facciale per sapere subito chi è l’attrice

Da qualche tempo è nato infatti un progetto che si chiama Pornstar.ID e si occupa di scansionare, catalogare e archiviare informazioin relative ai tratti somatici delle principali attrici del mondo del porno online. Si tratta insomma di un programma di face-recognition, di riconoscimento facciale, che funziona attraverso la reverse-search (come succede per Tineye). Al momento la piattaforma ha preso in rassegna crca 650.000 immagini hard contenenti volti di più di 7.000 pornostar. Ma a quale pro? A cosa serve tutto questo? Riconoscimento facciale: domani tutte le pornostar saranno schedate Forse sarà capitato anche a voi di vedere un film porno o di notare un’attrice interessante in alcune foto, senza tuttavia sapere come si chiama. Grazie a Pornstar.ID, nel prossimo futuro questo processo di riconoscimento si svolgrà in modo automatico. I meta dati contenenti le informazioin relative al nome viaggeranno cioè direttamente all’interno di foto e filmati. La scansione dei dati biometrici delle protagoniste del mondo del porno non è certo finita qui. Ci vorranno ancora mesi e mesi di lavoro per lanciare e sistemare al meglio il software di riconoscimento facciale, così da creare una rete neurale profondamente interconnessa e precisa. Una volta rilevati i volti di base, gli occhi e il labbro inferiore vengono sistemati come parametri principali -a livello di distanze, per il riconoscimento. Al momento la precisione è del 70%, ma c’è da giurare che questa percentale possa aumentare nel prossimo futuro. Insomma, la sfida per avere un mondo del porno assolutamente trasparente, è lanciata. Ma c’è da considerare che in molti stati del mondo il software di riconoscimento facciale è stato vietato, in quanto lesivo della privacy degli utenti.

 

I tuoi incontri piccanti scoprili su Piuincontri.com

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *