Serata con un Trans: La vera storia di Marco

Serata con un Trans: La vera storia di Marco

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto l’interessante testimonianza di Marco (nome inventato) che ci ha raccontato la sua inaspettata serata con una Trans di Torino incontrata a Riccione. A questa Mail abbiamo ovviamente risposto e chiesto di approfondire i dettagli perchè la curiosità ci ha travolti. Eccovi quindi il suo racconto.

Trans Fisico sexy eccitante

“Ho passato la giornata di ferragosto a cuocermi in spiaggia e fare la spola dal lettino al bar. Riccione è un carnaio di gente e i miei amici hanno trascorso l’intera giornata giocando a Beach Volley e attaccando bottone con decine di ragazze. L’intento (la gara) era naturalmente quello di portarsele alla festa in spiaggia la sera e trombare il più possibile.

Giusto per spiegare il meccanismo:

  • Approccio = +1;
  • Contatto Fisico = +5;
  • Limonata = +15;
  • Trombata = +50;
  • Trombata a tre o più = “Imperatore indiscusso della fica”.

Inutile dire che il mio punteggio era prossimo allo Zero dato che quei pochi approcci accumulati erano con un Anziano tedesco vicino di ombrellone e con la cameriera per ordinare caffè e gelati.

L’inverno l’avevo passato a stecchetto. L’estate pure. Praticamente potevo intraprendere il lavoro di ‘Boa’ per i bagnanti.

trans pecorina

Una serata ‘diversa’

La sera siamo andati alla festa in spiaggia. Era pieno di ragazze palesemente eccitate e con la voglia di divertirsi. Sapendo di non poter contare sulle mie doti da sex symbol, ho ripiegato su ettolitri di alcolici nella speranza che mi aiutasse. Dopo poche ore ero completamente privo di inibizioni.

È stato allora che ho visto in lontananza una ragazza esageratamente eccitante. Aveva un vestitino attillato, di quelli che lasciano la schiena scoperta, cosce lunghe e toniche e un culo che poteva spaccare le noci.

Stavo esplodendo e ho mandato al diavolo le mie paure e sono andato da lei (con due Mojito). Lei era in disparte vicino al mare che fumava. Sono andato deciso: le ho sporto il bicchiere e le ho detto ‘Ecco tieni.‘ Lei mi ha guardato come dire “E questo da dove cavolo sbuca?” ma poi a preso il bicchiere e abbiamo iniziato a chiacchierare.

sesso con trans

Una calda notte estiva

Abbiamo passato quasi tutta la notte a ridere e parlare. Eravamo ormai disinibiti, ubriachi e in sintonia. Lei era di una bellezza intrigante e io non ci stavo davvero più dentro. Non sapevo come farle capire che mi piaceva e volevo far sesso. Mentre pensavo alle parole da usare lei mi dice “Andiamo più in la che siamo più tranquilli”. Finiamo in un lido praticamente deserto e appena arrivati lei inizia a baciarmi con passione. Nel costume il mio attrezzo si era trasformato in un feroce Godzilla. Ci buttiamo sulla spiaggia e iniziamo a toccarci. Le sue tette erano dure come meloni, poi gli metto le mani tra le cosce e… ops sorpresa!

Sul momento ero turbato. Mi aspettavo di tutto in quella notte ma non di trovarmi un pisello duro in mano. Mi sono tirato su di colpo. Lei (Lui? Bho…) sembrava dispiaciuta, non offesa ma più demoralizzata, abbiamo iniziato a parlare e le ho spiegato quanto fossi spiazzato. Poi però continuando a parlare, su quel viso avevo nuovamente visto la dolcezza e le sensualità della donna che mi aveva affascinato tutta la sera. La baciai con passione (al diavolo tutti) e abbiamo fatto sesso, intenso come non avevo mai provato prima (Sesso attivo. Ci tengo a precisare).

trans una trasgressione da provare

A conti fatti…

È stata di sicuro la serata più strana della mia vita. Il giorno dopo l’ho rivista e abbiamo parlato e riso ancora insieme. Siamo rimasti in contatto.

Non mi sento Gay per aver fatto sesso con un Trans perchè alla fine tra le mie braccia sentivo di avere una donna che mi piaceva e interessava. Ho raccontato il fatto a Sandro (il mio migliore amico) che, dopo avermi preso per il culo, ha capito l’importanza della situazione e il mio coinvolgimento emotivo verso la ragazza. Qualche giorno dopo con il suo aiuto l’ho detto anche agli altri. Superate le perplessità iniziali i miei fantastici amici hanno quindi decretato che fossi stato protagonista di un rapporto a tre con una donna e un uomo contemporaneamente incoronandomi paradossalmente “Imperatore indiscusso della fica”.

Niente male come Estate!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *