A Torino la Trans Freedom March 2018

A Torino la Trans Freedom March 2018

Non lasciatevi ingannare dal nome in inglese, la Trans Freedom March è una marcia pacifica anche italiana che si svolge ogni anno nella città di Torino dal 2014. Nata per commemorare la barbara uccisione di Rita Hester, una trentacinquenne di origini afro-americane residente a San Francisco. Rita venne uccisa a coltellate il 20 novembre del 1998, discriminata per la sua attitudine sessuale.

trans

La marcia, partita nel 1999, vede oggi l’adesione di centinaia di città in tutto il mondo e vi partecipa un vasto pubblico fatto di trans, lesbiche, gay ed eterosessuali. In Italia il Transgender Day of Remembrance ha dato origine alla Trans Freedom March, una manifestazione giunta quest’anno alla quinta edizione.

La marcia vuole rendere visibile una differenza, non perché questa sia discriminata, ma in nome del principio di auto-determinazione. Monica Cerutti, l’assessore alle pari opportunità della Regione Piemonte, ha introdotto in questo modo l’edizione 2018 della marcia torinese.

Anche quest’anno la risposta del pubblico è stata importante, a Torino sabato 17 novembre c’era una parte importante della società civile italiana per celebrare il Transgender Day, divenuta ormai una ricorrenza consueta della comunità LBGTQI italiana.

trans

Il movimento trans ha espresso anche la sua vicinanza a tutto l’universo femminile, nella vicinanza della giornata contro la violenza sulle donne. L’omotransfobia si combatte anche portando in piazza i volti e le storie delle persone LGBT. Così hanno fatto centinaia di protagonisti e protagoniste di questo universo che si sono ritrovati in piazza Vittorio Veneto a Torino sabato 17 novembre 2018 giungendo fino a piazza Castello, dove sono stati ricordati dal palco i nomi delle persone Trans vittime di violenza nell’ultimo anno.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *