Sesso e marijuana: quali sono gli effetti positivi e quelli negativi tra cannabinoidi e sfera erotica

Sesso e marijuana: quali sono gli effetti positivi e quelli negativi tra cannabinoidi e sfera erotica

L’intento di questo articolo è esclusivamente quello di riportare e divulgare informazioni di carattere scientifico che riguardano l’uso di marijuana e la sfera sessuale. In alcun modo si intende in questa sede difendere o promuovere l’uso delle infiorescenze di questa pianta.

Sesso e marijuana: quali sono gli effetti nella sfera erotica

A livello internazionale ieri è stata una giornata felice per tutti coloro che sostengono la necessità di liberalizzare una pianta come la marijuana. Il Canada è infatti il primo stato occidentale (di quelli che fanno parte del G7 per intenderci), ad aver creato una legge che permette il consumo di marijuana a scopo ricreativo (l’uso terapeutico era già permesso).
Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha spiegato la scelta dicendo: “Fino ad oggi i nostri ragazzi hanno potuto comprare erba per strada, foraggiando il mercato nero, adesso si cambia”.

É vero che l’erba può aumentare il desiderio sessuale?

Secondo alcuni studi, i cannabinoidi, assunti per qualsiasi via – anche tramite liquidi lubrificanti che sono stati messi in vendita negli ultimi anni negli States, aiutano a rilassare ed aumentano la libido. Se per alcuni l’erba rende il sesso più intenso e prolungato, per altri invece non è così: l’erba inibisce altre tipologie di soggetti rendendoli di fatto incapaci di fare sesso.

Da una parte gli scienziati hanno registrato una serie di fenomeni legati all’utilizzo dell’erba: effetti sulla pressione sanguigna, diminuzione della soglia del dolore e infusione di un senso di rilassatezza in tutto il corpo. Tutte qualità che – insieme alla sensazione di tempo dilatato, sono corresponsabili di una gran bella scopata.

Dalla parte opposta, soggetti che non sono abituati all’assunzione di erba o che semplicemente hanno una reazione negativa, possono aumentare i loro livelli di ansia o addirittura essere così stanchi da non poter far sesso. In linea di massima gli effetti sono quelli di conferma o di potenziamento dello status quo ante. Dunque, se già prima si era disposti a fare sesso, salirà la voglia. Al contrario, la voglia diminuirà.

Gli usi della marijuana come afrodisiaco non sono nuovi, nel corso di millenni l’umanità se n’è accorta. Basti pensare che alla fine del 1800 la medicina tradizionale indiana e cinese prescriveva l’erba anche per problemi legati a disfunzioni sessuali, mentre nella farmacopea americana si prescriveva l’erba alle giovani coppie per aumentare il desiderio.

Quale tipo di marijuana è più adatto per fare sesso?

Certo, in Italia la cannabis con THC è illegale. Al momento solo quella con THC inferiore all’1% è legale. Ma sono molti gli stati europei dove il suo uso sotto varie forme è tollerato e non criminalizzato (Olanda e Spagna, ad esempio). La cannabis indica ha di solito un effetto più forte su tutto il corpo, rilassando muscoli e legamenti. La cannabis sativa invece induce un high più cerebrale ed è quindi maggiormente indicata come energizzante e stimolante.
Di solito quelli più utilizzati sono degli incroci, dei blend capaci di bilanciare entrambi gli effetti.

Ne sanno qualcosa le giovanissime pornostar residenti in America, paese in cui molti stati hanno liberalizzato l’uso ricreativo. L’erba induce loro maggiore desiderio e maggiore disinibizione in occasione delle performance, abbattendo la barriera verso il pubblico, in direzione di un contatto ancora più intenso.

Sesso e marijuana: quali sono gli effetti nella sfera erotica

La reazione chimica che avviene nel corpo è quella legata ai recettori dei cannabinoidi. Questi, attivati, aumentano la produzione di dopamina, sostanza endogena collegata agli stati di felicità, rilassamento, sollievo dall’ansia, creatività ed euforia.

Di contro un eccesso di THC può essere la causa di attacchi di panico. A diversi livelli possono verificarsi effetti indesiderati che influiscono la libido di una persona. A livello psichico alcuni soggetti scoprono che sotto l’influenza della cannabis si tenda a perdere la concentrazione andandosi a nascondere dentro i propri pensieri.

Chi assume erba fa più sesso

Un dato interessante in arrivo da uno studio condotto nel novembre 2017 dalla Stanford University in America ha fatto emergere come donne e uomini che assumono erba quotidianamente hanno più probabilità di fare sesso rispetto a chi non l’assume. Donne che fumano quotidianamente hanno dichiarato di fare sesso in media 7 volte al mese (rispetto alle 6 di chi non fuma). Un dato molto simile proviene dagli uomini.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *