Video porno Belen Rodriguez: più lo cancelli e più rispunta

Video porno Belen Rodriguez: più lo cancelli e più rispunta

La rete non dimentica. La rete cancella solo temporaneamente le tracce, ma c’è sempre la possibilità che qualcuno ancora le conservi e le rimetta in circolo. Ne sa qualcosa la povera Tiziana Cantone, che si è suicidata non più tardi di un anno e mezzo fa, dopo aver ripetutamente cercato di cancellare le tracce di quel famoso filmino hard amatoriale passato alla storia come “Stai facendo un filmato, vero?

belen video porno

Proprio nei giorni scorsi alle pendici del Vesuvio è scoppiato un altro caso analogo. Il video amatoriale di una coppia locale che fa sesso è diventato virale dopo essere apparso su un famoso portale di video porno. Alla notizia lei sarebbe svenuta e poi nelle ore successive avrebbe tentato il suicidio.

L’ha presa sicuramente meglio da questo punto di vista la bellissima Belen Rodriguez, la modella e soubrette latinoamericana infatti ha dato da tempo materia prima su cui fantasticare ai suoi fan arrapati. In rete circola ormai da tantissimo tempo il video amatoriale postato dal suo fidanzato argentino che la vede intenta a fare sesso con lui in modo selvaggio.

Belen ha più volte scritto, aiutata dai suoi agguerriti avvocati, ai portali che ospitano il suo video hot. Tutte le volte viene cancellato da una parte, poi magari finisce per riapparire da un’altra. È la legge del web, in cui non fai in tempo a cancellare una cosa che già qualcuno l’ha ricaricata.

Succede anche sul sito più famoso e che a rigor di logica dovrebbe essere il più controllato. Pornhub si occupa magari di cancellare tutti i video di fake, ma ha dei seri problemi con il revenge porn, che è proprio il caso di Belen. Il suo ex che era stato lasciato volle punirla sputtanandola ai quattro venti.

Adesso quel video è sempre tra i più cercati nel motore di ricerca interno di Pornhub. I gestori lo cancellano ma poi qualcuno fa di nuovo l’upload.

belen video porno

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *