Guida alla Seduzione, la terza e ultima parte

Guida alla Seduzione, la terza e ultima parte

Eccoci alla fine giunti alla terza e ultima parte della nostra speciale guida alla seduzione per uomini che cercano una donna. Dopo aver parlato di approccio e di estetica, oggi andiamo ad affrontare alcuni aspetti della relazione.

seduzione

6)Mettila a suo agio

Sedurre una donna significa anche provare ad immaginarsi qual è il suo ritmo interiore, provare ad accordarvicisi. Ecco perché non sempre è bene partire in quarta, mostrare subito tutte le carte.
Certo, in qualche modo si tratta di mettere in scena e in evidenza parte del vostro fascino. Solo così potrete conquistare una donna. Portate alla luce le vostre buone qualità, stuzzicatela magari a parlare delle sue. L’importante è non cadere in discorsi vuoti e di circostanza o comunque in semplici allusioni di natura sessuale. Lavoro, hobby, interessi comuni e progetti per il futuro sono sempre argomenti interessanti.

7)L’importanza dell’odore

Utilizzate la potenza dei profumi a vostro vantaggio. Aprite le finestre un paio d’ore prima e rinfrescate l’aria lasciando i cattivi odori fuori. Spargete aromi e accendete dell’incenso, un’essenza magari semplice e delicatamente piacevole. Cercate in qualche modo di scoprire quali essenze usa, con quali saponi e deodoranti si lava. Mettetela a suo agio proprio a partire dal naso.

8)Una musica rilassante

Ricordatevi che l’attenzione non dovrebbe essere strettamente sulla musica, ma su di lei. Pezzi lenti, rilassanti, con accenni di ironia e sensualità, possono fare al caso vostro. Scegliete prima magari un gruppo che le piace, i pezzi più lenti.

9)Attenzione all’ambiente

Tende e luce soffusa, candele e coccetti luminosi, l’atmosfera deve essere calda e rarefatta, alternando luce e buio. La casa deve naturalmente essere pulita e fresca, accogliente. Una casa ordinata e pulita è anche testimonianza di una personalità che può rassicurare molte donne.

10)Spazio alla fisicità

A questo punto siamo giunti alla fase del contatto. Cominciate piano, magare mettendole una mano sulle ginocchia o sulle spalle. Proseguite riscaldandola, passando per quelle che vengono chiamate zone erogene. Massaggiate il collo, le orecchie, le caviglie, la testa e i piedi.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *