I giovani non cercano più le tette su Pornhub

I giovani non cercano più le tette su Pornhub

 

Cosa preferiscono in materia di porno online le nuove generazioni? Uno studio condotto all’interno dell fascia d’età 18-24, quella dei teenager, ha rivelato che le preferenze dei giovani sono lontane al seno. Stando ai dati di Playboy e Pornhub le vecchie tette se la passano male fra le nuove generazioni, che immettono le keyword relative a questa area tematica il 20 per cento in meno rispetto ai fan più anziani. Basti pensare che i visitatori di età compresa tra 55 e 64 anni hanno il 17% di possibilità in più rispetto alla media di cercare ‘tette’ nei motori di ricerca dei canali video porno tube online. Le tette sono in qualche modo roba vintage, che appartiene agli amanti del porno delle vecchie generazioni.

I giovani non cercano più le tette su Pornhub

Ci sono poi le relative keyword correlate da tenere in considerazione. La ricerca su Pornhub USA rivela alcune associazioni più frequenti come “big tits”, seguita da “big boobs” e “grandi tette naturali”. Le tette finte appaiono solo dopo i primi 25 termini correlati al seno. Complessivamente le tette muovono circa l’1,5% del traffico su Pornhub.

Si tratta inoltre di una tendenza in aumento negli ultimi 3 anni. Come avviene spesso per le mode e le preferenze a livello estetico, gli esperti di glamour sono sicuri che anche le tette torneranno ad avere il loro grande momento di popolarità online ed offline.

Tra le altre keyword correlate di sicuro interesse troviamo “redhead”, “amatoriale”,”asiatica”, “insegnante”, “pov” , “capezzoli gonfiati”, “mature”, “minuscoli”.

Riguardo ai generi sono gli uomini con il 64% che cercano seni, ed hanno il 130% più probabilità di cercare seni rifatti rispetto alle donne che invece hanno il 78% in più di probabilità di cercare i seni naturali. I seni grossi sono molto popolari nella fascia compresa tra i 25 e i 44 anni, ma scendono di interesse dopo i 55 anni.

 

Scopri tante altre curiosità sul mondo dell’eros sul blog di PIUincontri

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *