Incontri online: video hard sotto accusa. Truffe e ricatti su internet!

Incontri online: video hard sotto accusa. Truffe e ricatti su internet!

Incontri online: rischio di truffe, ricatti e estorsioni su internet e sui social. Al centro delle accuse ci sono i video hard postati su web e sulle piattaforme social.


Cari amici, appassionati di belle donne e di morbide forme, attenzione a quando girate su internet e soprattutto sui social network. Stavolta, non sono le ragazze che li girano nell’occhio del ciclone, infatti, ma chi li guarda. Nell’ultimo periodo, sono state fatte numerose segnalazioni alla polizia di incontri online finiti decisamente male.

Incontri Torino: solo nel capoluogo piemontese, sono state presentate una ventina di denunce nell’ultimo mese, ma il fenomeno riguarda tutta Italia.

Incontri online: come funziona?

Di solito una ragazza avvenente contatta un lui prescelto su Skype. I due iniziano a chiacchierare e dopo poco la ragazza chiede allo sventurato il nominativo Facebook, lui, senza pensarci due volte, le lascia tutti i suoi contatti e lei risponde con un video hard. A questo punto, lui non connette più, perde ogni buon senso e la lucidità per valutare la situazione reale. Così sta al gioco e invia a sua volta qualche immagine e magari anche un video dello stesso tenore. La ragazza, che sembra solo svampita, non si lascia scappare l’occasione e registra tutto e poi, con noncuranza chiede 100-150 euro, se no il povero malcapitato finisce su Youtube e tutti i social con condivisioni annesse a fidanzata, parenti e amici.

Voilà, il gioco è fatto.

Incontri online: e se il filmato finisce online?

Se Youtube elimina velocemente questo tipo di filmati, o su richiesta o addirittura spontaneamente, il web è pieno di altri posti interessanti in cui piazzarli, tra cui tutte le piattaforme social! C’è da dire, che una volta pagati i soldi truffatori non si fanno più sentire. Una toccata e fuga insomma, però ugualmente fastidiosa.

Nell’attesa che la polizia riesca a rintracciare i malfattori, cari lettori, diffidate delle belle donne che bussano al vostro schermo del pc!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *