Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

5 workout per uomo per fare “mega sesso”

1. Esercizio per “il missionario”

Si comincia sempre dal missionario, perché è una posizione molto intima, che include il contatto faccia a faccia e che necessita di un buon vincolo a livello fisico. Da una parte è bello per la donna sentire il peso del corpo del suo partner che preme sul suo, dall’altra non bisogna eccedere, perché il rischio di venire schiacciata compromette qualsiasi sensazione piacevole suscitata nell’atto.

Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

Per gestire al meglio la posizione del missionario l’uomo deve aumentare la sua forza muscolare nelle braccia e la stabilità nella parte superiore delle spalle.

→ Mettiamoci in posizione push-up, con i gomiti vicini alle costole. Cominciamo ritmicamente alzando ed abbassando il busto, restando sempre sollevati alcuni centimetri sopra il pavimento. Compiendo questo movimento lavoriamo stringendo i glutei, con le braccia ben dritte ed i fianchi che spingono in basso, mentre la testa e il petto guardano verso l’alto, per mantenere la postura e l’equilibrio.

* 3 serie da 10 intervallate da 1 minuto di pausa in cui si fa allungamento muscolare;

2. Lei sopra (esercizio)

Anche se è lei a stare sopra, non significa che l’uomo debba star fermo. Anzi, l’uomo ha l’essenziale compito di costruire una base stabile per lei. Per farlo deve fortificare la zona addominale.

→ Siamo a pancia in su con le gambe diritte e le braccia che formano un angolo di 45 gradi rispetto ai fianchi. Cominciamo a sollevare il bacino premendo i talloni e i palmi delle mani a terra. Stringiamo i glutei e manteniamo la posizione, inizialmente per almeno 30 secondi. Proseguendo nell’allenamento andiamo ad aggiungere piccoli incrementi di 15 secondi fino ad arrivare a tenere la posizione per circa 2 minuti.

Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

3. Sesso in piedi (esercizio)

Fare l’amore in piedi può essere bellissimo, ma, a meno che non si stia vivendo l’impeto di una serata più che focosa, necessita di un buon allenamento, soprattutto per lui. Quando infatti l’uomo deve sostenere il peso della donna, deve essere in forma globalmente, sia a livello di braccia che di gambe, che di addominali. La forza per spingere e per mantenere l’equilibrio può risiedere anche nell’ultima delle dita dei piedi o delle mani.

→ Per questo esercizio abbiamo bisogno di un sacco di sabbia pesante non troppo grosso. Ci posizioniamo con i piedi alla stessa altezza a delle spalle e, abbracciandoci al petto, poggiamo verticalmente il sacco di fronte al nostro busto. Piano piano ci accovacciamo per fare uno squat ed una volta raggiunto il fondo, facciamo una pausa di alcuni secondi. È importante che il sacco di sabbia sia poggiato in verticale, perché più difficile sarà mantenerlo in equilibrio. Alternativamente al sacco possiamo usare un manubrio o un peso, però questa volta terremo le braccia in avanti, staccate dal corpo, che stringono l’oggetto.

* 3 serie da 5/10 intervallate da 1 minuto di pausa nella posizione in piedi;

Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

4. Lui seduto e lei sopra (esercizio)

In questa posizione molto sensuale vengono attivati molti dei flessori dell’anca e quindi bisogna costruire a livello fisico quel tessuto muscolare che garantisca la forza di base per eseguire un movimento di spinta anche da seduti.

→ Sediamoci sul pavimento e lentamente alziamo le gambe da terra tenendole dritte a formare un angolo di 45 gradi. Immaginiamoci di formare con il corpo una grande “V” e cerchiamo di mantenere questa posizione per almeno 60 secondi. Se vogliamo fare un po’ meno fatica, possiamo piegare le ginocchia.

Sesso, gli esercizi propedeutici in palestra

5. Alla pecorina

Questa posizione è spesso una delle preferite dagli uomini, che possono avere una penetrazione profonda e una visuale ottima, delle natiche, della schiena, del collo di lei. Per incoraggiare la spinta pelvica – necessaria in questa posizione, l’uomo deve aumentare la flessibilità a livello dei fianchi e rassodare i glutei.

→ Prendiamo una fascia resistente ed ancoriamola ad un palo dopo essersela avvolta intorno ai fianchi. Allontanatici dal punto di ancoraggio, cominciamo a piegarci facendo riposare i glutei fin quasi ad appoggiarli sul retro i talloni. Abbiamo raggiunto la posizione iniziale dell’esercizio. Da qui solleveremo il bacino spingendo sui glutei per riportare i ginocchi in alto e concludere l’esercizio facendo pausa.

* Eseguire serie singole di 15-20.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *