Tra i massaggi erotici di coppia è tickling mania

Tra i massaggi erotici di coppia è tickling mania

Sperimentare è l’essenza per un buon rapporto sessuale e a proposito di novità, sembra che ultimamente niente piaccia più dei massaggi erotici. Parliamo in particolare del Tickling!

Tickling che? Ha un nome strano e straniero. Tickling, è un termine inglese, ma le sue origini sono molto più antiche e risalgono all’epoca dell’imperatrice russa Caterina la Grande, una delle donne più spregiudicate della storia.

Di cosa si tratta?

È una nuova tecnica che dilaga a Torino, in Italia e all’estero e rientra nell’ambito dei massaggi erotici e giochi di coppia. Un allettante diversivo per riscaldare l’atmosfera e per surriscaldare il partner.

La pratica del tickling è semplice e piacevole, e consiste nel eseguire piccoli gesti lenti e leggeri sul corpo della partner. Per farlo puoi sbizzarrirti usando le dita o provando con altri oggetti, come una piuma, i capelli, un foglio di carta, un vestito leggero. Non ci sono limiti alla fantasia!

Cosa succede?

Lo scopo del tickling è, come per il massaggio, quello di rilassare, stimolare i sensi della persona che lo riceve, stabilire un contatto con la propria partner. In più il tickling, essendo una sorta di solletico, è in grado di diminuire i sensi inibitori attraverso una risata e aumentare la libido.

Hai mai visto il film “40 Days and 40 Nights”, in cui il protagonista fa voto di castità per 40 giorni e in quel periodo si innamora di una bella ragazza. Fenomenale la scena in cui lui le fa raggiungere l’orgasmo con una piuma senza toccarla. Insomma le possibilità del tickling sono infinite!

Il trucco in più

Per fare colpo, prepara l’ambiente, non lasciare niente al caso. Ricordati che anche i particolari sono importanti, un po’ di musica di sottofondo, la luce giusta soffusa e non invadente, una candela profumata e il gioco è fatto. Stupiscila con una serata ad alto tasso erotico!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *