Fare sesso anale: quando fa male e quando può condurti all’orgasmo

Fare sesso anale: quando fa male e quando può condurti all’orgasmo

Il sesso anale o si ama o si odia. Solo il 12% delle donne dichiara di riuscire a fare sesso anale godendosi il momento. Ma come far cambiare idea alla tua partner e farle provare un orgasmoorgasmo stellare?

Per molte donne l’ano è ancora un tabù, mentre per altre un desiderio proibito.

Ecco cosa fa scattare la molla e la voglia di provare in una donna.

Il sesso anale fa male

casalinghe amatoriali

Questa è la più grande paura di una donna. È vero che il sesso anale può provocare un certo dolore, soprattutto se improvvisato e maldestro, senza preparazione alcuna. Da ciò se ne deduce che si tratti una questione di tatto maschile. È fondamentale dunque capire come muoversi in questo contesto. La donna deve essere pronta all’atto sessuale, non solo mentalmente, ma anche fisicamente. In questo caso i preliminari hanno un ruolo di primo piano. Ci permettono di capire se a lei il gioco piace e se possiamo spingerci oltre. Allo stesso tempo i preliminari, il sesso orale (rimjob), aiutano a rilassare la zona interessata. Quindi è opportuno giocare e sperimentare tanto. Senza pensare per forza al fine ultimo, ma godendosi i singoli momenti. Fare sesso anale può portare ad orgasmi da urlo, ma bisogna fare un passo alla volta.

Il sesso anale: la barriera mentale da superare

mogli infedeli

Molte donne non amano l’idea di farlo da dietro. Fare sesso da dietro non piace perché le fa sentire sottomesse. Per contro gli uomini amano questo modo di fare sesso, proprio perché risveglia il lato più istintivo e selvaggio. Esistono delle posizioni, però, che mettono d’accordo entrambi. Come quelle in cui la donna se ne sta raggomitolata su un fianco o a pancia in su. In questo modo il senso di dominazione scompare e la barriera mentale cade. Oppure il sesso anale può essere praticato anche nella classica posizione del missionario… e c’è chi dice che meriti proprio!

Rischio di infezioni

siti incontri

Chi pratica sesso anale perché gli piace, sa che deve farlo consapevolmente. Il rischio di contrarre malattie è molto elevato e per questo è sempre meglio usare il preservativo. Farlo in sicurezza vuol dire anche evitare di passare direttamente dal sesso anale a quello vaginale, perché i batteri presenti nel retto possono infettare la vagina.

Infine è bene ricordasi di usare sempre un lubrificante. L’ano non ha una sua vera e propria lubrificazione naturale, quindi, è necessario sopperire con un buon prodotto. I migliori sono quelli a base di acqua, mentre invece la famosa vasellina non è molto consigliata. Se sai come muoverti, riuscirai a regalarle orgasmi da urlo e puro piacere.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *