Giochi di sesso e fantasie erotiche: 2 consigli di base

Giochi di sesso e fantasie erotiche: 2 consigli di base

Giochi e stranezze a letto? Quante volte vi siete sentiti rispondere “non fanno per me”, senza neanche sapere cosa proponevate.
Per molte persone la dimensione erotica è assolutamente intima e riservata e spesso inviolabile. Le persone più timide ed abitudinarie fanno dunque fatica a cambiare partner, a cambiare posizione, a cambiare anche solo la camera da letto o il supporto dove si fa l’amore. Se si propone loro qualche stravagante distrazione per stimolare l’erotismo e la sensualità, spesso ci considerano dei pervertiti, dei maniaci. Ma non è così. Esiste una sottile – e tuttavia ben visibile, linea rossa, una linea di confine che separa la sensualità più intrigante, stimolante e raffinata, da quella più mercificatoria, che tratta il corpo solo come una macchina da sesso.
mega sesso

1) L’arte di giocare

Partiamo da una semplice regola. Quando ci si avventura nel terreno della sensualità si mette qualcosa in gioco. Si rischia cioè di perdere qualcosa e di guadagnare qualcos’altro. È dunque d’uopo mettere da parte le paure e le preoccupazioni, pensando che i giochi piacevoli sono quelli in cui ci si diverte, ci si mette in gioco, al di là di chi sia il vincitore.

La chiave per giocare bene è trovare l’equilibrio. Non per forza bisogna cominciare giocando a schiavo/padrone. L’importante è uscire dal seminato, includere un certo grado di sperimentazione nei propri giochi di sesso.

2) Il primato della fantasia

giochi di sesso
Dotatevi di un cappello, un cilindro. Chiedete al vostro partner di scrivere su dei pezzettini di carta quali sono le sue curiosità, cosa lui/lei vorrebbe che gli/le venisse fatto. Fate lo stesso voi. Lasciate correre libera la fantasia, senza inibizioni, lasciate venir fuori il desiderio. Piegate i bigliettini e metteteli nel cilindro, poi cominciate a tirarli fuori e lasciatevi andare. l’importante è che ce ne siano tanti per voi e tanti per lei. Per rendere ancora più emozionate e “controllato” il gioco, potete pensare di avere tre cappelli. Il primo conterrà fantasie piuttosto comuni, il secondo fantasie più spinte, il terzo fantasie più selvagge, magari difficilmente realizzabili, però comunque importanti da comunicare al proprio partner.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *