Quando facciamo l’amore lui non pensa altro che ai miei piedi!

Quando facciamo l’amore lui non pensa altro che ai miei piedi!

Per la serie voi ci scrivete e noi rispondiamo, torna la rubrica delle lettere e delle confessioni alla nostra blogger Tania Rossi, esperta di sesso e problematiche di coppia. Oggi ci scrive Elisa dalla provincia di Vercelli, che vuole un parere su una questione di scottante attualità…

piedi

“Gentile Tania, mi chiamo Elisa ed ho 42 anni… due anni fa ho divorziato da mio marito dopo dieci anni di matrimonio relativamente felice. Avevamo una vita sessuale appagante, ma ci siamo lasciati quando ho scoperto che da un po’ di tempo lui mi tradiva. Ma non è di questo che voglio parlarti, bensì del mio nuovo compagno, Aldo…

Con Aldo ci siamo conosciuti sul lavoro, lui sedeva alla scrivania di fronte alla mia. Usciamo insieme da circa 4 mesi e ultimamente i nostri incontri si sono intensificati, così come il nostro darci da fare sotto le coperte. Qual è il problema, direte voi? Lui ha uno strano comportamento, quando facciamo sesso, per un sacco di tempo si mette a baciarmi i piedi e a succhiarmi le dita, passando la sua lingua negli interstizi.

A parte il fatto che inizialmente non potevo sopportare queste sue manovre, perché mi faceva solletico.. con il tempo mi sono decisa di lasciarlo fare, visto che ci puntava così tanto… non ho capito poi cosa ci trovi nei miei piedi, ma da quando lo conosco ho cominciato a curarli di più e renderli più morbidi… la cosa però che mi preoccupa è un dato di fatto: lui sembra più eccitato dai miei piedi rispetto alle altre parti del mio corpo, anche al sedere o alla mia vagina…
Essendo che è la prima volta che mi capita di trovare un uomo così sono un po’ preoccupata…”

Tania Rossi la blogger del sesso risponde

Cara Elisa, intanto ti ringrazio di averci scritto. Il foot fetish o per meglio dire il feticismo dei piedi (podofilia in termini scientifici) è un comportamento ascrivibile al vasto universo delle parafilie sessuali, cioè l’essere attratti sessualmente da una parte del corpo diversa dai genitali).
Queste parafilie in genere nascono durante l’infanzia, grazie alla stimolazione involontaria di queste parti del corpo e del conseguente processo di strutturazione del nostro cervello relativamente alla sfera sessuale.

Di per sé il feticismo dei piedi è un comportamento assolutamente normale, non una malattia o una pericolosa devianza. Quando però diventa ossessivo – l’unico modo per raggiungere l’eccitazione o l’orgasmo, causa angoscia o sensi di colpa, può essere considerato al pari di un disturbo mentale.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *