[Racconto erotico] Incontri a Torino: lo scambio di coppia

[Racconto erotico] Incontri a Torino: lo scambio di coppia

Ecco il nuovo racconto erotico di www.piuincontri.com, Incontri a Torino e scambi di coppia, buona lettura!

sexy

Eccomi, mi presento: Marianna, per gli amici Mari, trentacinque anni, un marito e un lavoro di cui non posso lamentarmi. Sono una donna matura, ancora in piena forma, fisico atletico, snello, curve femminili a punto giusto, un sedere che fa ancora girare gli uomini quando passo, capelli lucenti e scuri che curo con molta dedizione anche se a volte il tempo scarseggia. Senza figli. Insomma, la mia vita sembra andare a gonfie vele, senonché da qualche mese a questa parte, io e mio marito abbiamo iniziato a cercare nuovi incontri a Torino. Tutta colpa della noia. La grande verità? Io e Massimo ci annoiamo. La vita di coppia è diventata noiosa e non troviamo più grandi stimoli l’uno nell’altra. Non è che non ci piacciamo, ci vogliamo molto bene, ma l’amore, quello dei primi tempi è sparito, la passione dissolta, scomparsa, puf. Che posso dire? Una sera ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti la verità. Non è stato facile. Ci sentivamo avviliti e in colpa, ma cosa potevamo fare? Lasciare che il nostro matrimonio andasse in frantumi sotto i nostri occhi, fare finta di niente e iniziare a condurre due vite separate e distanti? Di sicuro sarebbe stata la strada più facile, ma non ci piaceva. Non volevamo raccontarci bugie. Così abbiamo deciso di metterci alla prova e fare dei nuovi incontri a Torino.

567b702f78a3c

Essendo alle prime armi e non avendo mai provato niente di tutto questo prima, ci siamo mossi a tentoni, come due innamorati novelli. Fin da subito ho sentito nascere dentro di me una curiosità e un desiderio che pensavo morti per sempre. Solo all’idea di incontrare qualcuno di nuovo. Così ci siamo messi alla ricerca di coppie scambiste a Torino (https://www.piuincontri.com/blog/luoghi-incontro-torino-gli-scambisti/). Non è stato facile. Se non sei dell’ambiente non è semplice entrarci. C’è una certa diffidenza tra le coppie scambiste torinesi che amano la loro privacy e sono molto discrete. Circa un mese fa, il nostro primo incontro a Torino, in un club privè. Siamo andati in un noto night del capoluogo piemontese sperando di conoscere qualcuno e di inserirci così nel giro. Eravamo preparati, avevamo chiamato per prenotare, ci eravamo messi in tiro, io indossavo un abito attillato e tacchi a spillo, Massimo un completo con tanto di cravatta. L’ambiente era lussuoso e quando siamo arrivati ancora vuoto. Più tardi si è riempito di persone distinte ed eleganti, uomini e donne che sorseggiavano drink sui divanetti di velluto rosso, poi per un po’ sparivano e li vedevi ricomparire qualche tempo dopo. Io e Massimo eravamo spaesati. Ce ne stavamo immobili con il bicchiere in mano guardandoci attorno. Penso che saremmo rimasti così tutta la sera, fino a quando non si è avvicinata una giovane coppia. Lei bellissima, avrà avuto all’incirca la mia età, benvenuta nel club delle donne mature, ricordo di aver pensato. Lui affascinante e con qualche anno in più. Erano a loro agio e si muovevano con disinvoltura, quella non doveva essere sicuramente la loro prima volta. Abbiamo chiacchierato un po’ del più e del meno, di com’era l’ambiente, di come ci sentivamo. Poi l’uomo mi ha chiesto se volessi seguirlo. Ho guardato Massimo spaesata e lui mi ha fatto un cenno di assenso con il capo.

incontri a torino

Il mio primo incontro a Torino in un club privè è stato strano. Mi sentivo impacciata, per niente sexy. L’uomo della coppia scambista mi ha condotta in una stanza con un grande letto, qui mi ha attirato a sé mettendomi una mano sul culo con decisione. Mi ha baciata, sapeva di tabacco e menta. Gli ho circondato il collo con le mani, come un’adolescente, mentre lui esplorava il mio corpo senza alcuna timidezza. Mi sono sentita avvampare di desiderio. Quelle mani che esploravano il mio corpo senza sosta, con ardore e voglia, quella che a Massimo mancava da anni ormai. Abbiamo fatto sesso su quel letto in un club privè, mi sono lasciata andare con uno sconosciuto come non facevo da tempo con mio marito. Anche Massimo ha fatto sesso con quella donna. Quello è stato il nostro primo incontro a Torino con una coppia di scambisti, il primo di una lunga serie.

La coppia scambista ci ha introdotti nell’ambiente. Ci ha presentato dei loro amici, che a loro volta ci hanno presentato altri amici. Funziona così. La cosa strana è che né io né Massimo eravamo gelosi l’uno dell’altra, anzi il nostro rapporto di coppia ne ha giovato parecchio. Abbiamo ripreso a fare sesso come ai primi tempi in cui ci stavamo conoscendo, con trasporto e passione.

Adesso che sappiamo meglio come muoverci cerchiamo da soli i nostri incontri a Torino. Non andiamo quasi mai nei club privè, ma frequentiamo più volentieri le feste di privati. Questa volta, però, stiamo per fare un incontro del tutto nuovo per noi. Ci siamo dati appuntamento con una coppia scambista conosciuta su un sito d’incontri su internet in un parcheggio, sembra che vada molto di moda a Torino e la cosa ci stuzzica parecchio. Sono le dieci e fuori è buio. Il parcheggio si affaccia su un corso particolarmente trafficato, ma a quest’ora nessuna fa caso ad una macchina ferma in sosta. Sono trepidante mentre aspetto. Poi eccola, una berlina nera, accosta proprio davanti alla nostra auto. Accende e spegne i fanali tre volte. Ecco il segnale. Adesso tocca a me. Secondo gli accordi devo scendere e andare a conoscere l’uomo dell’altra coppia, mentre l’altra donna fa lo stesso. Le gambe mi tremano mentre raggiungo l’auto su tacchi a spillo vertiginosi. Trattengo il respiro mentre lui tira giù il finestrino sorridente. Scambiamo due parole, mi sembra a posto. Lancio il segnale di ok a Massimo e salgo sulla  berlina, l’altra donna fa lo stesso. L’uomo di fronte non perde tempo. Quando entro mi guarda e si avvicina per baciarmi. Intanto mi chiedo se vogliamo davvero farlo qui, all’aperto. Ma lui non sembra avere dubbio. La sua mano mi allarga le gambe e inizia ad esplorarmi, mi bagno subito, è così eccitante farlo all’aperto. Lui si tira giù i pantaloni, allunga il sedile su cui sono seduta e mi si posiziona sopra, quando lo sento dentro di me riesco solo a sentire il profumo del suo shampoo e a pensare che è decisamente l’incontro a Torino più eccitante della mia vita.

Se ti è piaciuto, leggi anche gli altri racconti erotici di Più Incontri.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *