Sesso orale: 8 consigli che non ti saresti mai aspettato di ricevere

Sesso orale: 8 consigli che non ti saresti mai aspettato di ricevere

Sesso orale questo sconosciuto. A parlarne sono tutti bravi, a riceverlo anche, ma a farlo? Quanti di voi che stanno leggendo questo articolo praticano con regolarità sesso orale alle loro partner? Quanti lo fanno con piacere, sperimentando un senso di appagamento e una soddisfazione nell’atto?

Sesso orale: 8 consigli che non ti saresti mai aspettato di ricevere

Di seguito vogliamo riportarvi alcuni utili suggerimenti per un sesso orale intenso. Si tratti alcuni piccoli consigli validi per lui e per lei! Naturalmente prima di cominciare ad elencarli dobbiamo fermarci un attimo a riflettere sui dati provenienti da alcune ricerche. Come abbiamo visto in un precedente articolo pubblicato su Piuincontri.com alcuni giorni fa, il sesso orale nel mondo contemporaneo svolge un ruolo molto importante. Sembra che le coppie che lo praticano con assiduità abbiano un’intesa migliore e incorrano meno nel rischio di lasciarsi. Il sesso orale riesce a salvare la vita sessuale del 20% delle coppie.

Bisogna infatti cominciare dalle ricerche per capire che tipo di situazione abbiamo davanti.

1) Secondo uno studio dell’Università di New York molte donne hanno difficoltà a raggiungere l’orgasmo con le posizioni tradizionali del sesso. Ecco che il sesso orale per questi soggetti diventa essenziale, il modo per raggiungere l’apice.

2) Sul versante opposto però dobbiamo riconoscere (lo hanno detto diverse indagini) che agli uomini spesso fa fatica. I maschietti amano da impazzire ricevere goduriosi pompini, ma spesso si tirano indietro quando laloro partner chiede loro di scendere in basso, di baciarla proprio tra le parti intime.

3) Quali sono i vantaggi che una donna può trovare in una fellatio? Non solo l’avere in pugno il proprio partner, ci sono anche sorprendenti qualità nello sperma maschile. Per esempio sostanze chimiche che possono modificare l’umore agendo come antidepressivi naturali.

4) Molte donne si lamentano che i propri partner sono monotoni quando fanno il cunnilingus. C’è chi si muove dall’alto in basso, chi cerca di ripetere i movimenti della lavatrice. L’importante è variare, ascoltare.

5) Le donne sanno che sperimentare è la chiave anche per dar piacere. Ci sono quelle che ogni tanto scendono con una mano ai testicoli, mentre con l’altra guidano il pene in bocca.

6) Come state messi a livello di peli pubici? Questo è un problema che attanaglia il sesso orale. Spesso infatti c’è chi si vergogna a farselo fare, percependo magari un senso di mancanza di igiene. Spesso però ci sono anche gli odiosi peli pubici che si mettono nel mezzo. Che fare? Di solito si tratta di un problema che per i maschietti si presenta in misura minore, a meno che non siano abituati a rasarsi spesso il pelo intorno al sesso, come vuole la moda del momento, quella dei metrosexual. Le donne invece si radono più spesso e ciò come sappiamo porta ad un rafforzamento del pelo. Il pelo cresce più forte e più velocemente, ma qual è infine il problema? Basta lavarsi spesso, farlo sempre prima dei rapporti, magari dedicarsi ad una belal doccia quando c’è la possibilità di fare anche del sesso orale. La cosa più brutta che può succedere – anche se poi non è niente di grave, è una goccia di pipì che rimane nel pelo e provoca un odore non troppo bello.

7) Veniamo alla dieta. Sicuramente nel caso degli uomini ciò che ingeriscono, il cibo e le bevande che immettono nel loro corpo, possono influenzare positivamente e negativamente il sapore dello sperma. E questo conta molto, anche nel caso la vostra partner non vi delizi con un bell’ingoio finale. Il liquido seminale fuoriesce comunque durante l’atto ed il sapore si sente. Una donna, per essere in grado di dare piacere, deve essere messa in condizione di farlo con spontaneità e naturalezza, senza ostacoli insomma.

Naturalmente vale anche il contrario. La vagina certo non produce un vero e proprio liquido seminale, ma secerne comunque liquidi e umori. L’ambiente all’interno della vagina è definito probiotico, ricco di micro organismi che naturalmente vengono influenzati dall’ambiente

8) Chiedere, chiedere, chiedere. Senza essere petulanti, senza infastidire. L’importante è avere sempre un feedback dal proprio partner. Questo è un po’ più difficile nei primi tempi, quando magari c’è un po’ di timidezza e non si è ancora abituati a esprimersi. Naturalmente ci vogliono delle mezze misure, non si può in ogni momento chiedere “Ti piace?”, “Sto facendo bene?”, “Come vuoi che muova la lingua?”. Ci vuole una sorta di sesto senso che venga sviluppato e ci permetta di ricevere reciprocamente dei segnali, negativi o positivi che siano, senza che però si assolutamente necessario utilizzare il linguaggio verbale. È altresì necessario sviluppare altre forme di comunicazione, che ci permettono di entrare maggiormente in contatto con l’altro. La pelle si esprime, gil occhi, i sospiri. È vero che – soprattutto le donne, hanno imparato a simulare, a volte a fin di bene, non sanno in realtà che fingendo stanno distruggendo il rapporto, stanno minando alla base il senso ultimo dello stare insieme, del piacere.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *