Cosa è il Kama sutra?

Cosa è il Kama sutra?

Si fa spesso un gran parlare del Kamasutra, ma sappiamo davvero di cosa si tratta? Il Kamasutra è un trattato sul piacere scritto da Vatsyayana, un filosofo Hindu di tradizione Vedica vissuto fra il 400 a.C. ed il 200 a.C. Anche se molti lo considerano solo un compendio di posizioni sessuali, il Kamasutra è in realtà una guida completa al sesso, forse la guida per eccellenza. Descrive l’arte di fare l’amore in modo soddisfacente per entrambi i partner. Ma spiega anche in che modo scegliere il proprio partner e come – coltivando la relazione amorosa, ne possa beneficiare la vita intera.

kamasutra

Insomma, una sorta di manuale d’amore, che presenta un centinaio di posizioni sessuali per non annoiarsi mai. Questo è il segreto del kama sutra: spingendo gli amanti a cambiare spesso posizione li porta ad attivare di volta in volta diversi centri del piacere, con differenti incastri. Resta implicito che ciascuna coppia non deve stravolgere il proprio modo di fare l’amore, ma semmai assecondare la propria sessualità che si esprime al meglio con alcuni incastri piuttosto che altri.

8 aspetti del Kama sutra che forse non avevi considerato prima

1) Le dimensioni contano

Secondo il Kamasutra le dimensioni del pene dell’uomo sono importanti e da quelle dipendono gli esiti dei rapporti sessuali. A seconda delle dimensioni del loro pene, gli uomini possono essere classificati in lepri, tori o cavalli.

kamasutra

2) È importante condurre una vita equilibrata e sana

Il Kamasutra è anche un trattato sul buon vivere. Gli uomini devono radersi la barba e tagliarsi i capelli regolarmente, le donne farsi trovare fresche e profumate. In casa è bene far entrare la luce del sole e la brezza del vento, lavarsi con regolarità il corpo ed i denti. Un corpo in salute ed allenato è alla base di una buona attività sessuale e d’altronde, guardando al grado di difficoltà di alcune delle posizioni descritte nel libro, non potrebbe essere altrimenti.

3) La seduzione è l’arte di avvicinarsi ad una donna

Sono suggerimenti molto dettagliati quelli che Vatsyayana dà agli uomini. Il modo in cui comportarsi e parlare con una donna per compiacerla e portarla a letto. Si parte toccando una spalla, per sondare il suo desiderio e poi si prosegue con una serie di carezze e di abbracci.

kamasutra

4) Ci sono 8 diversi tipi di abbracci

L’abbraccio è l’inizio del rapporto sessuale ed esistono almeno otto forme essenziali di abbraccio. Hanno nomi come Jataveshtitaka, “l’unione di due rampicanti” oppure Vrikshadhirudhaka. “arrampicarsi su un albero”. L’obiettivo fondamentale di queste forme di abbraccio più complesso è quello di favorire l’avvicinamento ponendo a contatto aree differenti dei rispettivi corpi. Attivando diverse zone erogene in questa fase preliminare si può intensificare il piacere che si andrà a provare dopo durante l’atto sessuale vero e proprio e l’orgasmo.

5) 10, 100, 1000 modi di baciare

Esistono diversi modi di baciare, a seconda dell’intensità, del luogo che si bacia (testa, petto, bocca, organi sessuali, capelli) e della modalità (un bacio palpitante e differente da un bacio misurato)

kamasutra

6) 64 atti divisi in 10 capitoli

A differenza dei molti surrogati che si trovano in vendita in giro, il libro originale del Kamasutra non è un elenco di posizioni illustrate. Piuttosto un libro che descrive l’evoluzione di un rapporto sessuale all’interno di 64 atti. Abbracci, carezze, baci, sesso orale, graffi, morsi, penetrazione, urla e gemiti. Gli atti sono divisi in dieci capitoli.

7) Alle donne è permesso graffiare

Graffiare sì. Ci sono almeno otto varietà di graffi, a seconda della forma – a disco, a mezzaluna, a cerchio, a linea retta, etc. Ricordiamoci però che questa è una prerogativa delle donne e delle loro unghie lunghe. Per i maschietti, nei momenti di massima eccitazione, a disposizione ci sono i morsi.

8) Prima viene lei

Secondo l’antico testo indiano dedicato al sesso, l’orgasmo femminile ha la precedenza, la donna in altre parole viene prima. Questo anche perché la donna non sperimenta quel calo di energia che un uomo vive dopo l’orgasmo, denominato pausa refrattaria. Inoltre, mentre l’uomo punta dritto all’apice del piacere, la donna vive l’atto sessuale nella sua interezza. Carezze, moine e dolcezze sono per lei importanti quanto l’atto finale.

Naturalmente una donna può avere un numero illimitato di orgasmi, l’importante è che poi si dedichi alla soddisfazione del piacere del suo partner.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *