Racconto erotico di fantasia – Escort di Orbassano: un compleanno da ricordare

Racconto erotico di fantasia – Escort di Orbassano: un compleanno da ricordare

Continuano i racconti erotici di www.piuincontri.com. Ecco come festeggia una escort di Orbassano il suo compleanno.

Racconto erotico di fantasiaErano le nove di un venerdì sera invernale e gelido e io mi apprestavo ad uscire. Mi guardai allo specchio. Indossavo un vestitino rosso attillato e un paio di decolté nere, tacco dodici. Ero soddisfatta. Quella sera, ero in libera uscita. Festeggiavo con una mia amica il mio trentacinquesimo compleanno. Sono una escort di Orbassano, e a trentacinque anni stavo entrando a pieno titolo nell’universo delle donne mature. Avrei dovuto mettere la testa a posto o sarei diventata una rispettabile cougar che cambia toy boy come se fossero vestiti? Per quella sera avevo deciso di non pensarci. La mia amica, una escort di Orbassano anche lei, aveva in serbo per me una sorpresa.

tumblr_nuxv4nFf1i1risr9ko1_500

Katia mi venne a prendere sotto casa, abitava ad un isolato da me, in un quartiere residenziale di Orbassano. Ci conoscevamo da tanto, da quando mi ero trasferita qui a vivere, dieci anni fa e lei era una escort scapestrata proprio come me. Katia era una stangona bionda e prorompente, sempre allegra e solare. Io ero il suo opposto, mora, piccolina, mediterranea. Anche lei andava per i trenta e passa. Quando giravamo insieme ci chiamavano “le veline”.

Katia parcheggiò vicino ad un noto club di Torino. Uno di quei club privè eleganti, dove gli uomini devono entrare con la giacca e i jeans sono vietati. Ci ero già stata un paio di volte, apprezzavo l’ambiente accogliente e sofisticato.

Camminammo lungo un corridoio lungo tappezzato da una moquet rossa ed entrammo in un ampio salone con un piano bar sul fondo e piccoli divanetti sparpagliati qua e là. Ordinammo un drink e ci sedemmo a sorseggiarlo. Mi chiedevo cosa potevo aspettarmi da quella serata. Era ancora presto, iniziava ora a crearsi un po’ di movimento, un paio di bellissime trans, molto femminili, due coppie scambiste e una signora stretta in una tutina in latex che si portava appresso un uomo con una maschera nera. Mentre Katia mi raccontava un esilarante episodio accaduto quel giorno (alle escort di Orbassano capita sovente ) arrivarono due uomini distinti e si sedettero sul divanetto di fronte al nostro. Ci chiesero se volevamo trascorrere la serata con loro. Uno dei due era parecchio belloccio, più giovane di noi, avrà avuto sulla trentina, l’altro era più grande, dai modi di fare eleganti e disinvolti. Acconsentimmo e ci condussero lungo un altro stretto corridoio sul quale si affacciavano un’infinità di porte chiuse. La prima aveva accanto due oblò, gli uomini ci invitarono a guardare. Le due coppie scambiste di prima si stavano dando da fare su un grosso letto di forma circolare. Uno dei due uomini aveva la testa immersa tra le gambe della donna, mentre questa teneva un seno alla sua compagna di avventura che era piegata a quattro zampe con l’altro uomo che le stava dietro.

escort di orbassano

Guardai rapita dall’oblò e mi eccitai subito. Fu allora che Katia mi afferrò decisa per il collo e stampò la sua bocca contro la mia, iniziando a baciarmi. La sua lingua esplorava la mia bocca senza timidezza, le sue mani si muovevano lungo il mio corpo sollevandomi il vestito. Poi sentii una presa più forte sul sedere, una mano calda e sicura iniziò ad esplorare le mie natiche e a giocare con il perizoma. Ero eccitata come non mai. Ci trasferimmo in una stanza libera. Un letto di forma circolare come quello dell’altra camera ci stava aspettando. Katia mi tolse il vestito e iniziò a toccarmi sopra la soffice stoffa del perizoma. Il giovane si era messo dietro di me, mi accarezzava i seni, mentre il secondo uomo si era messo a cavalcioni sopra la mia amica. Sbottonai i pantaloni al giovane e iniziai e trovai il pene già duro. Iniziai a maneggiarlo con decisione, mentre Katia mi tolse le mutandine e affondò la testa tra le gambe. In breve tempo, non capivo più niente, ansimavo di piacere. Mi abbandonai alle carezze di Katia e del giovane fino a quando non ebbi un dirompente orgasmo, uno dei migliori della mia vita! Quando ritornammo a casa ringraziai Katia per la serata. Un compleanno da ricordare senza ombra di dubbio!

Se ti è piaciuto leggi anche “Incontri online: l’avventura di una escort di settimo”.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *