25 pornostar fotografate come non le avete mai viste, tra loro anche l’italiana Valentina Nappi

25 pornostar fotografate come non le avete mai viste, tra loro anche l’italiana Valentina Nappi

Le pornostar italiane e non come non le hai mai viste prima. Non sei curioso? Una raccolta di fotografie unica è quella proposta da Roger Kisby. Attori e attrici hard si trasformano davanti all’obiettivo di Kisby, senza trucco e allontanati dall’ambiente nel quale lavorano, i loro volti sono quasi irriconoscibili.

5 uomini e 20 donne, compresa una trans. Tra loro c’è anche Valentina Nappi, la pornostar italiana celebre anche all’estero. La scelta dei soggetti non è stata fatta a caso, il fotografo ha voluto corpi che fossero facilmente distinguibili nell’industria dei film porno per alcune caratteristiche anatomiche. Ad esempio, ci sono Skin Diamond e Bonnie Rotten, due attrici in ascesa nell’ambito bondage e bdsm, riconoscibili per i loro tatuaggi. Oppure, Nina Hartley, ormai non più giovanissima che però ha girato fino a metà degli anni 2000, le sue sculacciate sono passate alla storia.

Pornostar da un punto di vista inedito

Head è quindi un album fotografico di pornostar femminili e maschili a livello internazionale. Nessun connotato x-rated nelle immagini, ma solo volti ed espressioni. È incredibile vedere come cambi la percezione che si ha delle persone a seconda del contesto in cui queste vengono inserite! Prova a guardare per credere (in fondo all’articolo trovi il link al sito ufficiale di Head)!

I pornodivi e le porno attrici che si sono prestate, hanno posato durante l’ultimo giorno degli AVN Adult Entertainment Expo 2015 a Las Vegas. L’idea è nata da una collaborazione tra il fotografo newyorchese e il sito di news online Buzzfeed, durante i giorni della fiera del porno. Tra tanti scatti in mezzo a vibratori, frustini e oggetti fetish di ogni tipo, quella di Kisby spicca come una raccolta decisamente originale. Le più grandi star del porno di oggi sono immortalate nude sì, ma a mezzo busto e su sfondo nero. Per una volta l’obiettivo non si sofferma sui loro corpi o su quelle parti anatomiche che li hanno resi celebri nei seguitissimi film che hanno girato.

Visioni fotografiche di pornostar

Se anche a te piace fotografare, lo sai bene che la cosa più interessante per un fotografo è quella di trovare un punto di vista nuovo. Che si tratti di un selfie o di uno scatto d’autore di una escort, o di trans, quello che conta è la visione nuova. È proprio da questo che è partito Kisby, come lui stesso ha dichiarato sul sito slate.com “Le pornostar vengono inquadrate e fotografate tutti i giorni da ogni angolo immaginabile. Quello che mi chiedevo era: come posso fotografarli in un modo che non è mai stato fatto prima? Qui è iniziata la sfida”. Così Kisby ha pensato di isolare i soggetti dal loro classico ambiente, quello di un set porno. Ogni sessione fotografica è durata non più di cinque minuti, agli attori è stato chiesto di posare a petto nudo per far capire chi fossero senza però irrompere nel cosiddetto NSFW, materiale sessualmente esplicito. Non ti pare che Valentina sia bellissima e ammaliante in questo scatto?

Sesso e fotografia

Conosci altri progetti fotografici che hanno come protagonisti persone che lavorano nell’ambito sessuale o che hanno come oggetto la sensualità e l’erotismo? Scrivici, qui nella redazione di Più Incontri siamo curiosi!

Il link al sito ufficiale di Head di Roger Kisby

Le immagini utilizzate in questo blog sono state prese da internet e per questo considerate di pubblico dominio, sono tratte dall’album fotografico Head di Roger Kisby. Se ritieni che una di queste immagini non è stata utilizzata correttamente scrivi alla redazione e provvederemo subito a rimuoverla.

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *