Perché i corn flakes e l’isteria possono essere collegati alla sessualità?

Perché i corn flakes e l’isteria possono essere collegati alla sessualità?

Anche se a volte non è semplice accorgersene, la sessualità influisce su molti ambiti della vita umana. Esistono dunque diversi particolari anedotti nella storia dell’uomo che riguardano tutt’altro ma che possiamo collegare alla sessualità.

sessualità corn flakes

Vediamo alcune delle micro storie più esilaranti in questo senso:

1) La vera storia dei corn flakes e dei cracker

Due prodotti che oggi conosciamo molto bene, perché utilizziamo nella nostra dieta quotidiana, hanno in realtà un’origine molto particolare. Come ci rimarreste se veniste a sapere che i Corn Flakes e e i Cracker sono nati con l’esplicito scopo di far cessare la “piaga” della masturbazione?
Eccovi la storia in estrema sintesi. Ci troviamo nell’800 e due predicatori di fede evangelica di nome Sylvester Graham e John Harvey Kellogg stanno combattendo la loro particolare battaglia contro l’onanismo. Graham va da Kellog esponendogli un’idea: sembra che l’acido fenico versato sulle parti intime di uomini e donne inibisca il desiderio sessuale. Kellog da tempo è interessato alla questione, si è infatti sposato senza consumare nemmeno una notte di sesso e ha adottato i figli. Crede che la masturbazione faccia davvero male e cerca in ogni modo di sensibilizzare a reprimere il desiderio sessuale. Secondo lui seguendo una dieta vegetariana, abolendo carne e cibi saporiti, il desiderio si abbassa. Ecco che nacque l’idea dei corn flakes e poi dei cracker, che al tempo erano molto naturali, privi di zuccheri, di grassi e di sali. Castità, astinenza e purezza sessuale dovevano cominciare sin dall amattina con una bella tazza di cereali Kellog’s e del sano yogurth.

2. Quando sono stati inventati i vibratori?

Durante l’età vittoriana, quando una donna aveva problemi di umore e irritabilità, era facile sentir parlare di isteria. Una sorta di malattia pensata ad hoc dai medici dell’epoca, che erano soliti praticare una sorta di massaggio manuale al clitoride delle loro pazienti per aiutarle a liberarsi di questo peso. Col passare del tempo e il diffondersi di questa pratica, che in alcuni casi poteva durare anche un’ora, i medici ebbero l’idea del vibratore, un facilitatore che serviva per accelerare il processo.

Scopri altri consigli sul sesso su Piuncontri.com!

In questo articolo abbiamo parlato di:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *